Leo An

Baritone

Born in Seoul (South Korea) he obtained a diploma in voice at the National Arts Academy in Seoul and at the conservatory Giuseppe Verdi in Milan.

 

In 2000 he won the first prize at the 40th International Competition Voci Verdiane in Busseto and the third prize at the 37th Francisco Viñas Contest in Barcelona. Two years after he won the third prize at the Belvedere Competition in Vienna.

 

In 2000 he debuted as Giorgio Germont in La Traviata at Teatro Pala in Busseto. Since then he has established a remarkable career singing the title role in Rigoletto at Teatro Comunale in Florence, Teatro Sao Carlos Lisbon, Teatro Filarmonico Verona, Teatro Bellini Catania, Slowakian National Theatre Bratislava, Prague National Theatre, Riccardo in Un Ballo in Maschera at Maggio Muiscale Fiorentino, Nabucco in Nabucco at the Washington Opera House, Teatro Petruzzelli Bari and at the Teatro Lirico Cagliari, Giorgio Germont in La Traviata in Pisa, Lucca, Livorno, Sassari, Mantova and at Seoul Arts Center, Conte di Luna in Il Trovatore at Luglio Musicale Trapanese, Teatro delle Muse Ancona, San Gimignano Festival; Gerard in Andrea Chénier in Bergamo, Cremona, Pavia, Cagliari, Como and Seoul Arts Center; Marchese in Lauriana by A. Machado at Teatro Sao Carlos Lisbon, Scarpia in Tosca at Teatro Verdi in Sassari and Cagliari, Lescaut in Manon Lascaut at Teatro Lirico Cagliari, Pagano in I Lombardi alla Prima Crociata at Teatro San Carlo Naples, Tonio in Pagliacci at the Teatro Lirico Cagliari, Ezio in Attila at the Teatro Filarmonico Verona and at the Sankt Galler Festpiele; Alfonso XI in La FavoritaMessa di Gloria by G. Puccini and Francesco Foscari in I due Foscari at the Sankt Galler Festpiele; Escamillo in Carmen at the Seoul Arts Center; Ping in Turandot at the ROH Muscat, Teatro Grande Brescia, Teatro Sociale Mantova, Teatro Coccia Novara, Teatro del Giglio Lucca, Teatro Donizetti Bergamo, Teatro Ponchielli Cremona, Teatro Fraschini Pavia and Teatro Sociale Como.

 

Among his future engagements Lescaut in Manon Lescaut at the Teatro Petruzzelli Bari, Scarpia in Tosca at the Teatro Verdi Trieste, title role in Rigoletto at the Lyric Opera of Kansas City.

an-leo_casual.jpg
leo_torquato_la-stampa.jpg
an_nabucco_per-sito.jpg
img-20151013-wa0000.jpg
Composer Opera Role Theatre
T. C. L. Ambroise Hamlet Hamlet Washington National Opera
G. Bizet Carmen Escamillo Seoul Arts Center 
G. Donizetti Don Pasquale Malatesta  
  La Favorita Alfonso XI St Galler Festpiele
  Lucia di Lammermoor Enrico Ashton  
  Maria di Rohan Enrico  
  Maria Stuarda Guglielmo  
  Torquato Tasso Torquato Tasso Teatro Donizetti Bergamo
U. Giordano Andrea Chénier Carlo Gérard Teatro Lirico Cagliari
      Seoul Arts Center
C. Gounod Faust Valentine Teatro Coccia Novara
R. Leoncavallo Pagliacci Silvio  
  Pagliacci Tonio Teatro Verdi Pisa
A. Machado Lauriane Marchese de Bois-Doré*  
P. Mascagni Cavalleria Rusticana Alfio Teatro Verdi Pisa
J. Massenet Hérodiade Hérode  
G. Meyerbeer L’Africaine Nelusko  
J. Massenet Hérodiade Hérode  
W. A. Mozart Così fan Tutte Guglielmo*  
W. A. Mozart Le Nozze di Figaro Il Conte  
G. Puccini La Bohème Marcello Seoul Opera Center
      Bassano del Grappa Opera Festival
      Teatro Ventidio Basso Ascoli Piceno
  Gianni Schicchi Gianni Schicchi  
  Manon Lescaut Lescaut Teatro Lirico Cagliari
  Madama Butterfy Sharpless Daegu Opera House,
  Turandot Ping Teatro Sociale di Mantova
      Teatro Coccia, Novara
      Teatro del Giglio, Lucca
      Royal Opera House Muscat
      Festival pucciniano Torre del Lago
      Teatro Grande Brescia
  Tosca Scarpia Festival Estivo Massa Marittima
      Teatro Verdi Sassari
      Festival di San Gimignano
      Festival di Ivrea
      Seoul Arts Center
      Teatro Lirico Cagliari
  Edgar Frank  
G. Rossini Il Barbiere di Siviglia Figaro  
  La Cenerentola Alidoro Festival di Todi
  Guglielmo Tell Guglielmo Teatro Comunale Bologna
G. Verdi Aida Amonasr Luglio Musicale Trapanese
  Attila Ezio Teatro Filarmonico Verona
      Theater St. Gallen
  Un Ballo in Maschera Renato Teatro Comunale Firenze
      Teatro Civico Vercelli
  Don Carlo Rodrigo  
  I Due Foscari Francesco Foscari Theater Sankt Gallen
  Ernani Don Carlos  
  Falstaff Falstaff Seoul
  Luisa Miller Miller  
  La Forza del Destino Don Carlo  
  Lombardi alla Prima Crociata Pagano  
  Luisa Miller Miller  
  Macbeth Macbeth  
  Nabucco Nabucco Washington National Opera
      Teatro Lirico Cagliari
      Festival Estivo Massa Marittima
  Otello Jago  
  Rigoletto Rigoletto Teatro Filarmonico Verona
      Teatro Comunale Firenze
      Teatro São Carlos Lisbona
      Festival San Gimignano
      Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera
      Teatro Bellini Catania
      Festival di Oderzo
      Massa Marittima summer festival
      Festival Como Città della Musica
      Auditorium Verdi Milan
      Seoul Arts Center
      Bratislava National Opera
      Prague National Theatre
      Landestheater Bregenz
  La Traviata Giorgio Germont Teatro Sociale Mantova
      Festival San Gimignano
      Teatro Verdi Sassari
      Seoul Arts Center
      Figuera da Foz, Portogallo
      Luglio Musicale Trapanese
      Teatro Coccia Novara
      Teatro Verdi Busseto
      Teatro Verdi Pisa
      Teatro del Giglio Lucca
      Teatro CEL Livorno
  Il Trovatore Conte di Luna Teatro Vanemuine Tartu
      Luglio Musicale Trapanese
      Opera Giocosa Savona
      Teatro Coccia Novara
      Teatro delle Muse Ancona
      Festival San Gimignano
  Simon Boccanegra Simon Boccanegra Seoul Arts Center
  Messa da Requiem    
R. Wagner Tannhäuser Wolfram  

Ping «Turandot» Teatro Fraschini Pavia 2016

 

Dei Ping Pong Pang emergono le doti vocali  di Leo An, che ha saputo destreggiarsi con eleganza e con esperienza sulla scena mostrando buone doti vocali.

 

MGinvestment

 

Ping «Turandot» Teatro Grande Brescia 2016

 

Il trio delle maschere vede emergere lo strepitoso Ping del baritono Leo An, che alcuni ricorderanno come protagonista del Torquato Tasso al Bergamo Musica Festival del 2014. È incredibile quanto un ruolo di contorno possa trarre giovamento dall’essere affidato a un cantante solitamente destinato a ruoli di ben altro spessore: questo Ping sprizza faville vocali ogniqualvolta si ritrova in scena e, difatti, al termine della recita viene salutato da una selva di applausi, come mai mi era capitato di assistere all’uscita finale di questo personaggio.

 

Andrea Dallabianca, http://www.connessiallopera.it/

 

Le tre maschere sono interpretate in modo assai appropriato da Leo An, il migliore dei tre...

 

Simone De Angeli, MTG Lirica

 

Menzione speciale alle tre maschere, assai ben amalgamate nei rispettivi timbri e pur dotate di distinguibile personalità, sia scenica che vocale. Iniziando dal Ping del baritono coreano Leo An, davvero un lusso di vocalità e canto.

 

Andrea Merli, http://impiccioneviaggiatore.iteatridellest.com/

 

Rigoletto «Rigoletto» Teatro Filarmonico Verona 2016

 

Il solido baritono coreano Leo An, nei panni del deforme protagonista [...] ha una buona tenuta musicale ed è incline a repentini ripiegamenti interiori che creano continui, ben calcolati - e dunque efficaci - effetti di contrasto, moltiplicandone i tratti di ambiguità.
 
Gianni Villani, L'Arena

 

 

Leo An è Rigoletto, un buffone meditativo e paterno, scivola in una dolcezza che permea il tessuto espressivo del primo per poi nel secondo atto implodere con i “Cortigiani” soppesato, sentito, percepito fin l’ultimo respiro ed ogni timbro, coloritura è data dal proprio impeto e da una buona abilità tecnica- interpretativa che garantisce la grande tensione drammatica del finale. La commozione è vibrante, scuote l’animo di Rigoletto e di chi ascolta.
 
Antonella Iozzo, Bluarte.it

 

 

Rigoletto è il coreano Leo An del quale possiamo apprezzare certamente lo slancio emotivo nell'interpretare cotanto personaggio, nonchè la buona pronuncia.
 
Maria Teresa Giovagnoli, MTGLirica

 

 

Nabucco «Nabucco» Teatro Petruzzelli Bari 2016

 

Leo An ha voce di bel colore autenticamente baritonale e un’ottima pronuncia, e si percepisce la volontà di dare adeguato spessore psicologico al suo personaggio, cosa che lo porta ad una suggestiva interpretazione di Dio di Giuda, cantato con voce quasi soffocata ma sempre molto ben emessa.

 

Domenico Ciccone, Operaclick

 

Nel recensire il Nabucco del baritono coreano Leo An, va innanzitutto evidenziata una sua predisposizione naturale nell’aderire ai requisiti del baritono verdiano per corposità, squillo e calore della voce. A suo agio in tutti i registri che il ruolo richiede, mette a segno un Nabucco che fa ben sperare per il suo futuro percorso professionale nel panorama del melodramma ottocentesco e verdiano in particolare.

 

Onorato Guglielmi, Opera World

 

Torquato Tasso «Torquato Tasso» Teatro Donizetti Bergamo 2014

 

[...]Tasso, personificato dalla nella e voce solida del baritono coreano Leo An

 

Daniela Morandi, Il Corriere della Sera-Bergamo

 

Tra i cantanti il baritono Leo An era chiamato all'impegno maggiore: generoso di accenti espressivi, vocalità di spessore, ha fornito una buona prova

 

Bernardino Zappa, L'Eco di Bergamo

 

il baritono coreano Leo An ha mostrato tutta questa energia (senza neanche la pausa tra il secondo atto e il terzo) scolpendo un Tasso sofferente, sempre quasi allucinato e dotato di grande passione verso Eleonora e scatti d'ira verso Geraldini e Don Gherardo. La voce è parsa robusta senza cedimenti e uniforme, anche la dizione (spesso Tasso cita le sue liriche) era perfetta. Davvero un'ottima scelta questo interprete che ci ha fatto un regalo inaspettato: la ripresa della lenta cabaletta dell'ultima aria è stata cantata in pianissimo, un pianissimo raggelante.

 

Il trillo parlante

 

Ezio «Attila» Teatro Filarmonico Verona 2013

 

Leo An (Ezio) ha fin da subito messo in luce un valida impostazione tecnica espressa da voce sonora e ferma e una dizione nitida e stilisticamente adeguata. Aiutato da una presenza naturalmente nobile, An è stato l'interprete stilisticamente più completo della serata.

 

Justine Judge, GBOpera

 

Scarpia «Tosca» Teatro Verdi Sassari 2006


...dove ad imporsi sono un imperioso Leo An, baritono dal timbro corposo e dal fraseggio incisivo, (imponente nell'andante lento "Ella verrà..per amor del suo Mario")...

 

Corrado Piana, L'Opera, gennaio 2007

 

Giorgio Germont «La Traviata» Teatro Verdi Sassari 2005


Ma a convincere è anche il denso parterre vocale, con un magistrale Leo An (nel ruolo di Giorgio Germont), robusto baritono dal timbro brillante (acclamato anzi osannato da un pubblico da «tutto esaurito»)

 

Corrado Piana, L'Opera, gennaio 2006

 

Carlo Gérard «Andrea Chenier» Luglio Musicale Trapanese 2005

 

Ad imporsi nel cast è stato soprattutto Leo An che ha trovato per Gérard accenti espressivi appropriati, attraverso le risorse di una vocalità usata con consapevolezza e adeguata resa scenica. Il suo "Nemico della Patria" ha ottenuto calorosissimi applausi

 

Sara Patera, L'Opera, settembre 2005

 

Alidoro «La Cenerentola» Teatro Verdi Pisa 2004

 

Al loro fianco l'inossidabile Leo An, baritono di giovane età già ben conosciuto per il successo personale che ottiene ogni volta che calca i palcoscenici nostrani: quattro recite su quattro, rendendo sempre Alidoro sicuro riferimento di quanto avviene in scena. Bravo!

 

David Toschi, www.operaclick.com, ottobre 2004

Audio