Marco Filippo Romano

Baritone

Born in Caltasanissetta (Italy) he studied horn at the Conservatory "V. Bellini" in Palermo and privately voice.

 

He is one of the most talented buffo baritones of his generation. Despite his relative youth he has already established a remarkable career performing at the world’s finest opera houses including Leporello in Don Giovanni at the Teatro Campoamor Oviedo and at the Teatro Olimpico in Vicenza, the title role in Don Pasquale at the Staatstheater am Gärtnerplatz Munich, Slook in La Cambiale di Matrimonio at La Fenice Venice, Don Bartolo in Il Barbiere di Siviglia at the Teatro Regio, Teatro Carlo Felice in Genoa, Teatro Comunale in Florence, Teatro Comunale Bologna, Opera of Oslo and Daegu Opera House (South Korea); Don Gregorio in Tutti in Maschera in Savona, Piacenza and at the Wexford Festival (Ireland); Don Magnifico in La Cenerentola in Turin, Como, Teatro Comunale Bologna and Cuviller Theater Munich; Don Profondo in Il Viaggio a Reims at the Rossini Opera Festival in Pesaro; Taddeo in L'Italiana in Algeri at the Teatro Regio Turin, Teatro Comunale Florence, Campoamor Theatre in Oviedo and at the Teatro Comunale in Bologna; Don Alfonso in Cosi Fan Tutte at the Staadtheater Klagenfurt; La Generala in Il Mondo alla Rovescia by A. Salieri at the Teatro Filarmonico Verona; Barone di Trombonok in Il Viaggio a Reims at the Teatro Real Madrid; Geronimo in Il Matrimonio Segreto at the Stresa Festival; Mamma Agata in Le conveninenze e inconvenienze teatrali at the Teatro Verdi Pisa; Ormondo in L'Inganno Felice, Belcore in L'Elisir d'Amore and Felice in Il Medico dei Pazzi at La Fenice and Teatro Malibran Venice; Raimondo Lopez in Matilde di Shabran at the Rossini Opera Festival in Pesaro; title role in Ser Marcantonio, Max in Le Chalet, Leuthold in Guillaume Tell at the Rossini in Wildbad Festival; Belcore in L'Elisir d'Amore at La Fenice Venice; Dulcamara in L'Elisir d'Amore in Bologna and Florence; Geronio in Il Turco in Italia at the Teatro Regio Turin, Teatro Massimo Bellini Catania, Teatro Municipale Piacenza, Teatro Alighieri Ravenna and Teatro Comunale Pavarotti Modena,; Albrigòr in La Donna Serpente at the Teatro Regio Turin.

 

Among his future engagements Don Magnifico in La Cenerentola at the Teatro del Giglio Lucca, Teatro Alighieri Ravenna, Limoges Opera, Teatro Rendano Cosenza and Florence Opera and Teatro Municipale Piacenza, Don Bartolo in Il Barbiere di Siviglia for the Glyndebourne Festival Tour, Ping in Turandot at the Teatro Regio Turin.

il-barbiere-di-siviglia_ii_cast_mg_0564-roccocasaluci_2016.jpg
romano_don-alfonso_klagenfurt_foto-strappata.jpg
image1.jpg
donpasquale-38.jpg
romano-bartolo-oslo-2014.jpg
Composer Opera Role Theatre
A. Adam Le Chalet Max Rossini in Wildbad Festival
D.F. Aubert Fra Diavolo Giacomo  
G. Battistelli Il medico dei pazzi Felice Teatro Malibran Venice
G. Bizet Camen Dancairo Teatro Coccia Novara
A. Casella La Donna Serpente Albrigor Teatro Regio Turin
D. Cimarosa Il Maestro di Cappella Maestro Lombardi Castle Enna
  Il Matrimonio Segreto Conte Robinson National Theatre Manoel La Valletta
G. Donizetti Il Campanello Don Annibale Pistacchio  
  Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali Mamma Agata Teatro Verdi Pisa
      Teatro del Giglio Lucca
      Teatro Goldoni Livorno
  Don Pasquale Don Pasquale Staatstheater am Gärtnerplatz Munich
      Theater Heilbronn
  L’Elisir d’Amore Dulcamara National Theatre Manoel La Valletta
      Luglio Musicale Trapanese
      Teatro Comunale Bologna
      Florence Opera
    Belcore La Fenice Venice
  La Fille du Régiment Sulpice Pingot  
  Maria Stuarda Lord Cecil Stadthalle Ternitz
W. A. Mozart Così Fan Tutte Don Alfonso Staatsoper Monaco
      Cuvillier Theater
      Klagenfurt
  Die Zauberfloete Papageno  
  Don Giovanni Leporello Teatro Campoamor Oviedo
      Teatro Comunale Vicenza
    Masetto  
  Le Nozze di Figaro Figaro  
J. Offenbach Pepito Vertigo Novara
G. Paisiello Il Barbiere di Siviglia Don Basilio  
    Bartolo  
S. Pavesi Ser Marcantonio Ser Marcantonio Wildbad
C. Pedrotti Tutti in Maschera Don Gregorio Wexford Festival
      Teatro Opera Giocosa Savona
      Teatro Scoiale Rovigo
G. B. Pergolesi La Serva Padrona Uberto  
F. Poulenc Les Mamelles de Tirésias Monsieur Presto Teatro Verdi Sassari
G. Puccini La Bohème Schaunard La Fenice Venice
  Gianni Schicchi Gianni Schicchi  
  Turandot Ping  
G. Rossini La Cambiale di Matrimonio Slook Teatro Malibran Venice
      Ingolstadt
  La Cenerentola Don Magnifico Teatro Comunale Bologna
      Teatro Ponchielli Cremona
      Teatro Sociale Como
      Teatro Fraschini Pavia
      Teatro Grande Brescia
      Gaertnerplatz Munich
      Teatro Regio Turin
      Teatro del Giglio Lucca
      Teatro Alighieri Ravenna
  Il Barbiere di Siviglia Don Bartolo Teatro Comunale Bologna
      Norwegian National Opera
      CCP Manila
      Teatro Comunale Florence
      Teatro Regio Turin
      Daegu Opera House
  La pietra del paragone Pacuvio  
  La scala di seta Germano  
  Il Signor Bruschino Gaudenzio  
    father Wexford Festival
  Guillaume Tell Leuthold Rossini in Wildbad Festival
  L’ Italiana in Algeri Taddeo Teatro Campoamor Oviedo
      Teatro Comunale Bologna
      Teatro Comunale Florence
      Teatro Comunale Piacenza
  L’Italiana in Algeri Taddeo Teatro Regio Turin
    Mustafà  
  L’Inganno Felice Ormondo Teatro Malibran Venice
      La Fenice Venice
  Matilde di Shabran Raimondo Lopez Rossini Opera Festival Pesaro
  Il Turco in Italia Don Geronio Teatro Regio Turin
      Teatro Massimo Bellini Catania
      Teatro Municipale Piacenza
      Teatro Alighieri Ravenna
  Il Viaggio a Reims Don Profondo Teatro Giuseppe Verdi Busseto
      Teatro Alfieri Asti
      Teatro Rossini Lugo
      Teatro Municipale Piacenza
      Teatro Pergolesi Jesi
      Teatro Comunale Treviso
      Rossini Opera Festival Pesaro
    Don Prudenzio  
    Don Alvaro  
    Trombonok Teatro Real Madrid
N. Rota Il Cappello di Paglia di Firenze Nonancourt  
A. Salieri Il Mondo alla Rovescia La Generala Teatro Filarmonico Verona
D. Scarlatti La Dirindina Maestro di Musica  
T. Toscano Caccia al Lupo Bellamà Vizzini
G. Verdi La Forza del Destino Melitone  
  La Traviata Germont  
       
CONCERT      
       
L. v. Beethoven Symphony No. 9    
  Mass in C major    
J. S. Bach St Matthews Passion    
C. P. E. Bach Magnificat in Dmajor    
J. Brahms Ein Deutches Requiem    
H. Berlioz L’Enfant du Christ    
M. A. Charpentier Te Deum    
C. Orff Carmina Burana   Conservatory of Turin

Don Magnifico «La Cenerentola» Teatro del Giglio Lucca 2017

 

Un Don Magnifico che merita i grandi teatri è Marco Filippo Romano. Per due ragioni: una squisitamente vocale, perché i suoi sillabati sono eccellenti (bravo anche a «rubare» un fiato in quelli, particolarmente pestiferi, dell’aria che apre il secondo atto) e l’altra interpretativa, perché Romano è uno dei pochi Magnifico ad aver capito che il personaggio non è buffo, ma forse la peggior carogna mai raccontata da Rossini.

 

Alberto Mattioli, www.lastampa.it

 

..l’irresistibile Don Magnifico del baritono Marco Filippo Romano. Siamo qui di fronte ad uno dei più brillanti esempi di autentico “buffo” rossiniano, dove al colore ed ampiezza del basso-baritono si sommano sia l’estensione che la precisione nel sillabato. La musicalità e la dizione esemplari si uniscono a doti di attore fuori del comune sia nell’accento e nel fraseggio che nella mobilità fisica e nella mimica facciale, atletica la prima, degna di Fregoli la seconda. Prevedibile l’accoglienza trionfale, specie alla seconda aria “Sia qualunque delle figlie” ed alla ribalta finale.

 

Andrea Merli, L'impiccione viaggiatore

 

è stato impeccabile scenicamente regalandoci un’interpretazione grottesca, ma al contempo curata nel minimo dettaglio; la mimica facciale è stata un susseguirsi di ilarità e simpatia, senza farci mancare anche l’aspetto più truce e sadico del patrigno padrone; la sua voce è andata di pari passo con l’ars scenica e ha messo in rilievo un’ottima uniformità sia nella zona grave che acuta, non mancando di sfoderare una grande facilità nella agilità e nei numerosi scioglilingua, unitamente ad una straordinaria eleganza e signorilità nel porgere note.

 

Simone Tomei, www.gliamicidellamusica.net

 

...costruisce un personaggio completo grazie alla voce ampia, un fraseggio curato e colori sapientemente usati. Il basso conquista il pubblico con una performance in crescendo, configurandosi come il vero mattatore della serata. 

 

Filippo Antichi, www.connessiallopera.it

 

Del tutto all'altezza di una tale Cenerentola è il Don Magnifico di Marco Filippo Romano, impeccabile nel disegnare un patrigno arcigno, dalla verve comica straripante e dalla dizione esemplare. Personaggio dai mille accenti, eppure tutto cantato, senza mai una gigioneria di troppo, interessante da ascoltare in ogni frase. Lo si potrà vedere anche nella produzione estiva a Firenze cui sopra si accennava e merita qualsiasi palcoscenico, per prestigioso che sia, in questo ruolo.

 

Fabrizio Moschini, Operaclick

 

We must extoll the intelligent and warmly applauded Marco Filippo Romano as Don Magnifico, who combines to his uniform and great valued flexible voice an irresistible scenic art of a real “buffo” but also showing a certain innate elegance in his singing line. On the whole he gave an excellent performance and rightly the large audience of the Teatro Giglio of Lucca reserved him the warmest applause of the evening.

 

Fabio Bardelli, www.kulturkompasset.com

 

Felice «Il Medico dei Pazzi» Teatro Malibran Venezia 2016

 

Considerato che tutti sono precisi musicalmente e abili nella caratterizzazione, si potrebbe elogiare il cast in blocco. Va precisato però che qualcuno si segnala più di altri per la completezza del ritratto vocale. È il caso di Marco Filippo Romano che, oltre a imporsi per il simpatico tratteggio scenico, asseconda la vocalità camaleontica dello zio Felice con buona tenuta anche nei passaggi in cui la linea è fitta di salti ampi e dissonanti.

 

Roberto Mori, http://www.connessiallopera.it/

 

L’intera compagnia di canto si rende protagonista di una prova sino in fondo convincente, tutti cantano e recitano benissimo, a cominciare dall’irresistibile Felice di Marco Filippo Romano...

 

Alessandro Cammarano, Operaclick

 

Un plauso particolare se lo guadagnano Marco Filippo Romano, eccellente Felice

 

Paolo Locatelli, http://ildiscorso.it/

 

Belcore «L'Elsir d'Amore» Teatro La Fenice Venezia 2016

 

Ottima invece la performance di Marco Filippo Romano che interpretava Belcore: bella voce scura, pulita e scenicamente calato nel suo personaggio che ha reso perfettamente dall’inizio alla fine.

 

Salvatore Margarone e Federico Scatamburlo, http://www.musicandosite.com/

 

Dulcamara «L'Elsir d'Amore» Opera di Firenze 2016

 

Dulcamara è uno dei personaggi più frequentati da Marco Filippo Romano. Si tratta della terza volta che ho avuto l’occasione di ascoltarlo in questo ruolo e ho potuto notare un costante affinamento e una sempre maggiore disinvoltura sia scenica sia vocale. Il giovane baritono siciliano sfoggia qui tempi comici esemplari, ottimo senso del ritmo, musicalità ed è un attore consumato, capace di strizzare l’occhio al pubblico nei momenti canonici.

 

Silvano Capecchi, Operaclick

 

Don Bartolo «Il Barbiere di Siviglia» Teatro Comunale Bologna 2016

 

Il Bartolo di Marco Filippo Romano appare ben calato nella buffa ottusità del personaggio spesso divertente e meritevole di nota nel sillabato più arduo della Calunnia.

 

Paolo Marchegiani ed Eulalia Grillo, Artistsandbands.org

 

Don Geronio «Il Turco in Italia» Teatro Municipale Piacenza 2016

 

Chi è in carriera da un bel po’, ma qui ha saputo offrire il meglio di sé stesso, è stato Marco Filippo Romano, nel ruolo di Don Geronio. In una parte che, va detto, è un po’ anomala nel campo dei buffi, poichè ha un versante patetico e pure di innamorato che, all’uopo -e ciò avviene puntualmente nell’irresisitbile duetto del secondo atto- sa tener testa al focoso e prepotente Turco. Lo si è apprezzato per la bella vocalità baritonale, dove ha esibito sempre un canto preciso senza concessioni alla buffoneria gratuita o al parlato e nella resa scenica. Lui, piuttosto rotondetto, di sorprendente ed irresisitibilmente comica agilità. Insomma, il factotum in un’opera dove il Turco del titolo non viene gratificato nemmeno da un’aria.

 

Andrea Merli, I Teatri dell'Est.com

 

Marco Filippo Romano​ nei panni di un Don Geronio comico ma anche con un buon spessore psicologico , scenicamente bravissimo, con prestazioni da vero e proprio funambolo.

 

Mauro Bardelli, Libertà 31.01.2016

 

Brillante e divertente, ma anche capace di suscitare sentimenti di umana comprensione il Don Geronio diMarco Filippo Romano. Il baritono ha una voce bene impostata che corre bene in teatro e ottime capacità di fraseggio che gli permettono di valorizzare con grande proprietà ogni frase.

 

Patrizia Monteverdi, Operaclick

 

Ci fosse stato l’applausometro probabilmente gli applausi più calorosi sono andati a lui, al basso baritono Marco Filippo Romano, splendida voce squillante e musicale e dotato da notevole vis comica.

 

Luigi Carini, Piacenzasera.it

 

Il migliore tra tutti è Marco Filippo Romano che interpreta Geronio con gusto e piena aderenza stilistica.

 

Valentino Klose, solosapere.it

 

 

 

Il Don Geronio in questione è stato interpretato dal brillante Marco Filippo Romano che sfodera sempre una bella voce ben modulata affiancata da una interpretazione agile, più che ammiccante, allegra e divertente.

 

Renzo Bellardone, Opera World

 

 

Don Bartolo «Il Barbiere di Siviglia» Teatro Regio Turin 2015

 

Marco Filippo Romano è un Don Bartolo dai tanti meriti, che conosce l'arte del sillabato e si conferma cantante di riferimento in parti di buffo caricato come questa, nel segno di una tradizione comica rossiniana all'italiana che con lui, come con pochi altri cantanti, prosegue a livelli altissimi, in virtù di un gusto e di uno stile senza eccessi caricaturali, ma anche con la verve comica che nasce tutta in seno alla musica.

 

Alessandro Mormile, L'Opera

 

Don Pasquale «Don Pasquale» Staatstheater am Gaertnerplatz Munich 2014

 

Allen voran begeisterte Marco Filippo Romano in der Titelpartie. Hier haben wir es mit einer ungemein wohlklingenden, sonoren und farbenreichen, dabei flexiblen und wendigen Bassstimme bester italienischer Schulung zu tun, die mit den famosen darstellerischen Fähigkeiten ihres Trägers eine hervorragende Symbiose einging. Insgesamt gelang Romano ein sehr überzeugendes Rollenportrait, so dass der große Zuspruch seitens des Publikums nur zu verständlich war.

 

www.deropernfreund.de 2.4.2014

 

 

Belcore «L'Elsir d'Amore» La Fenice Venice 2013

 

Marco Filippo Romano rettete die Ehre der jüngeren italienischen Sängergeneration als ordentlicher, strammer Belcore mit zupackend-virilem Ton.

 

Thomas Tillmann, www.omm.de 

 

Slook "La Cambiale di Matrimonio", La Fenice Venice, March 2013

 

Marco Filippo Romano è un baritono dalla grandissima verve comica e dalla voce che riproduce perfettamente il timbro di Sesto Bruscantini.

 

Isotta Paolo, Il Corriere della Sera

 

 

...l'altrettanto bravo Marco Filippo Romano, che interpreta il canadese Slook con perizia, spirito ed intelligenza, senza mai sfociare in caricatura, ma con una simpatia che entusiasma il pubblico. Voce scura e ben emessa, dal volume possente, che copre bene tutta la gamma della sua tessitura baritonale.

 

Maria Teresa Giovagnoli, MTG Lirica

 

 

Title role «Don Pasquale» Staatstheater am Gärtnerplatz Munich 2012

 

Marco Filippo Romano gefiel mir ausgesprochen gut als Don Pasquale. Ein prachtvoller Buffo, der seine Partie in seiner persönlichen Premiere sehr sicher sang und auch darstellerisch ein Genuss war. Außerdem war er textverständlich, mit sowas kann man mich sehr aufheitern.

 

Nachtgedanken

 

 

Taddeo «L'Italiana in Algeri» Teatro Comunale Bologna 2012

 

Molto buono anche il Taddeo di Marco Filippo Romano, baritono chiaro ma molto musicale e dotato di una vis comica innata.

 

Lukas Franceschini, www.operalibera.net, may 2012

 

 

Ormondo «L'Inganno Felice» Teatro Malibran Venice 2012

 

[...] Bene anche l'Ormondo di Marco Filippo Romano, il quale riesce a conferire al personaggio la giusta carica di malvagità senza tuttavia cedere al macchiettiamo.

 

Alessandro Cammarano, Opera click

 

 

Barone di Trombonok «Il Viaggio a Reims» Teatro Real Madrid 2010


A very good impression was made by Italian bass-baritone Marco Filippo Romano (28 year old) in the character of Baron Trombonok. He is a true basso buffo, with an engaging voice even if its volume is not excessive. He is an excellent actor too and I am convinced that there is a career ahead for him.


José M Irurzun "The Opera Critic", April 2010

 

 

La Generala «Il mondo alla rovescia» Teatro Filarmonico Verona 2009


Nel reparto vocale gagliarde prove di Marco Filippo Romano, cavernosa Generala con buffe incursioni in falsetto...

 

Carlo Vitali "Amadeus", February 2010

 

 

Marco Filippo Romano si è calato con convinzione nei panni della vecchia Generala, mostrando ottime qualità attoriali unite ad un timbro di basso buffo assai interessante.

 

A. Cammarano, Operaclick

 

 

Don Profondo «Il Viaggio a Reims» Teatro Comunale Piacenza 2009

 

Sonoro, espressivo, sempre a tempo il Don Profondo di Marco Filippo Romano, ben riusciti i cambi d'accento di "Medaglie incomparabili".....

 

P.Monteverdi, www.operaclick.com, May 2009

 

 


Don Profondo «Il Viaggio a Reims» Pesaro 2008

 

Il baritono siciliano Marco Filippo Romano restituisce a Don Profondo il suo carattere buffo e lascia intravedere un sicuro avvenire grazie ad una voce ben emessa, alla perfezione del canto sillabato, unita a grande comunicativa

 

Ermanno Calzolaio "L'Opera", September 2008

 

 


Dulcamara «L'Elisir d'Amore» Taormina 2007

 

A reggere le fila della trama la bella risonanza vocale e la padronanza scenica di Marco Filippo Romano, nel ruolo dell'imbonitore.

 

Sergio Sciacca "La Sicilia", 20 August 2007